Tagliatelle con ricotta, finocchietto e nocciole

Foeniculum Vulgare. La Natura ci offre tante varietà di essenze vegetali e sui Nebrodi, in Sicilia, troviamo una vastità di aromi e profumi che vengono impiegati in cucina da secoli e secoli. Il finocchietto selvatico rappresenta uno degli ingredienti piu utilizzati dalla cucina delle massaie. Si comincia a raccogliere a Novembre fino a Giugno e il suo aroma entra come ingrediente sia nei primi piatti che nei secondi piatti, ma anche negli intingoli, con olio extra vergine di oliva da utilizzare come condimento nel pane caldo oppure nelle grigliate, etc. Il finocchietto emana una aroma intenso attraverso le foglie e i semi. Nel Medioevo, il finocchietto selvatico era considerato un’erba magica e veniva usato per le sue numerose proprietà curative, ma anche per scacciare gli spiriti indesiderati. Dal suo nome deriva l’espressione “infinocchiare”, con l’accezione di ingannare, la cui origine risalirebbe all’abitudine di alcuni ristoratori di servire questo ingrediente copiosamente per coprire il sapore sgradevole di vini e di piatti scadenti, grazie al suo gusto fresco e aromatico. oltre a favorire la digestione, questa sostanza avrebbe un effetto antinfiammatorio, antispasmodico e diuretico.

Tagliatelle alla ricotta, finocchietto e nocciole.

Ingredienti per 4 persone: 320 gr. di Pasta Tagliatelle, 250 gr. di Finocchietto, 50 gr. di Grana, 250 gr. di ricotta, (va bene Ricotta vaccina , pecorina o caprina), 60 gr olio extra vergine di oliva, Aglio, sale q.b., un pizzico di pepe nero.

Procedimento: mettere l’olio, sale e pepe nella ricotta e almalgamare con uno sbattitore fino a ridurla in una fine crema e metterla da parte. Lavare e mondare il finocchietto prelevando le parti piu tenere. metterlo in un Cutter con 30 gr. di olio evo pepe e 1 spicchio di aglio e sale. Tritare finemente. Prelevare l’impasto e metterlo in un passatutto per eliminare le parti grossolane e spremere per estrarre il massimo ‘degli aromi metterlo in un contenitore stretto e coprire con olio evo. In padella mettere la ricotta e riscaldare, (ma non farla bollire perche si rompe), si aggiunge e a freddo il succo di finocchietto, si amalgama e si riscalda. Si aggiungono le teglatelle e si saltano in padella con la salsa fino a irano per far assorbire la salsa. Si aggiunge il grana e si serve. Si consiglia un Vino Bianco.

Lascia un commento