Una Passeggiata di un giorno a Montalbano Elicona

Proponiamo una passeggiata di un giorno da Catania a Montalbano Elicona, una pausa nel tran tran quotidiano.  Anche se il viaggio puo sembrare lungo in effetti proponiamo una piacevole passeggiata sul trenino della circumetnea. Partenza da piazza del Borgo di Catania alle ore …… e arrivo a Randazzo alle ore …….. La passeggiata comincia proprio dal lasaciarsi stupire dal paesaggio Etneo. Uscendo da Catania si incontrano le “Sciare” residui delle antiche colate laviche che sepolto catania ben 7 volte. Le troviamo su tutto le pendici del versante sud dell’Etna e cosi si attraversaano i paesini da misterbianco a Adrano, bronte e poi randazzo. A sinistra e a destra vedremo un paesaggio agrario di colline che hanno dato pane alla gente di questi territori alla nostra destra il paesaggio della “Muntagna” il vulcano Etna. Le coltivazioni a vite e olivi su terrazzamenti agrari e dei suoi muretti a secco rappresentano il nostro passato e il nostro futuro come museo all’aperto. Il trenino percorre tra le colate laviche il suo itinerario passando da bronte dove il paesaggio agrario muta diventando piu aspro emergendo i pistacchi, e poi la “Muntagna” vista dal lato OVEST . Si intervallano oliveti ed vigneti da cui si attinge dell’ottimo vino dell’etna e dell’ottimo olio di oliva. Si giunge a Randazzo e il percorso non è sembrato cosi lungo e troviamo ad aspettarci la nostra nostra guida che ci accompagna con il suo pulmino fino a Montalbano, per essere alle 11.20 a Montalbano Elicona. La passeggiata ha una sosta all’Argimusco di 1 ora in visita alle “Pietre sacre”, un momento di immersione nella storia piu antica, tra il magico e lo spirituale e le prime osservazioni di un tempo antico piu di 5000 anni, come osservavano gli astri in relazione al “cambiamento” o “Passaggio” tra le stagioni, dalla vita adolescenziale all’età adulta, ecc. momenti di passaggio che significavano fare delle scelte e delle azioni che portavano rispettivamente alle semine o algli accoppiamenti degli animali oppure alla scelta dei periodi più propizi per le semine. Una nota alla natura e al paesaggio e alle figure rappresentate dalle pietre megalitiche e si sono fatti le 12,45.

La Dea Orante – Sull’Argimusco

Ora di pranzo, l’appetito si fa sentire, e si comincia a pregustare il pranzo preparato al “Ritrovo dei Re”. Le pietanze sono quelle che nascono dai prodotti di queste terre, il finocchietto, i pomodori, la pasta fatta in casa e le nocciole, ed è solo il primo piatto. Il primo preceduto da un antipasto di podotti tipici formaggi, e insaccati capocollo, salame, ecc.  Il secondo è una “scaloppina” ripiena di una farcia appetitosa di prodotti locali. Fino ad arrivare al dessert alle nocciole il tutto accompagnato da un buon vino padronale di una nota cantina delle pendici dell’Etna “Cottanera” di Castiglione di Sicilia un rosso dell’etna costituito dai vitigni: nerello mascalese, sirah, e merlot. Il Pranzo si conclude con una macedonia di frutta di stagione e mezz’ora di meritato riposo prima di un apasseggiata nel paese prima della ripartenza per il trenino della Circum che ci riporterà a piazza del Borgo a Catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *